mercoledì 26 settembre 2012

Pennette in crema di peperoni e olive nere (dove trovare le vitamine A ed E)



In tavola (pranzo):

Pennette in crema di peperoni e olive nere
(dove trovare le vitamine A ed E)

Ingredienti:
70 g di pennette rigate
30 g di formaggio fresco light spalmabile
2 peperoni rossi (200 g)
20 g olive nere di Gaeta
50 g di pomodorini freschi maturi
Un cucchiaio di olio extravergine d’oliva
Uno spicchio d’aglio
Sale e peperoncino q.b.

Procedimento:
Per  togliere la pelle ai peperoni  arrostirli in forno: privateli dei semi e ancora interi poggiateli sulla placca o sulla griglia del forno, preriscaldato a 200° C.
Durante questa fase cambiate diverse volta la posizione dei peperoni sulla placca (griglia) e concludete la cottura quando ciascun lato è di colore marrone/nero.
Una volta fatti raffreddare procedete col privarli della buccia e riduceteli in pezzetti.

In una padella fate aromatizzare l’olio d’oliva con lo spicchio d’aglio, quindi toglietelo e versateci i peperoni e i pomodori a pezzetti. Fate saltare in padella i peperoni e i pomodori per qualche minuto.

Frullate il contenuto della padella fino ad ottenere una crema e versatela nuovamente in padella.

Aggiungeteci il formaggio fresco light, che scioglierete a fuoco dolce.
Spegnete il fuoco aggiungeteci il peperoncino a piacere, le olive nere a pezzettini e alla fine la pasta scolata. Amalgamate bene il tutto e servite subito in tavola.

Le olive nere che ho impiegato sono denominate di Gaeta. Sono in realtà prodotte nella piana di Itri (zona limitrofe), hanno un colore violaceo e un sapore inconfondibile ,lievemente amaro e piccante.

Calcolo delle calorie:

70 g di pennette rigate  250 kcal

30 g di formaggio fresco light spalmabile  48 kcal (exquisa light; al supermercato ce ne sono anche di meno calorici, basta confrontare le loro etichette nutrizionali, poste spesso sul retro della confezione)

2 peperoni rossi (200 g)  44 kcal

20 g olive nere di Gaeta  47 kcal

50 g di pomodorini freschi maturi  10 kcal

Un cucchiaio di olio extravergine d’oliva  108 kcal

Totale delle calorie:  507 kcal


Sapere:  I grassi di condimento, come l’olio d’oliva, l’olio di semi, il burro, le margarine e il lardo, non solo rendono più saporito un piatto ma, ci forniscono nutrienti che non possiamo escludere dalla dieta.

Oltre che per il prezzo, i grassi di condimento, differiscono fra loro per il contenuto in colesterolo e in vitamine liposolubili. Infatti, gli oli e i grassi di origine vegetale non contengono colesterolo e generalmente hanno un contenuto in grassi saturi inferiore a quello dei grassi di origine animale, e sono quindi da preferire

La vitamina A  contenuta soltanto nei grassi di origine animale (burro), mentre la vitamina E è contenuta in misura rilevante in quelli di origine vegetale.

I migliori oli sono quelli che si ottengono per semplice spremitura delle olive, che non hanno subito alcuna manipolazione chimica, come l’olio extravergine d’oliva.
Comunque non esistono oli “magri” e “grassi” perché tutti forniscono 9 calorie al grammo.

La vitamina A ha tre funzioni fondamentali: è coinvolta nell’accrescimento e sviluppo delle ossa; protegge gli epiteli (pelle, mucosa del naso, della bocca, ecc.); garantisce la visione notturna.

La carenza di vitamina A può portare precocemente alla nictalopia (cecità notturna). Tuttavia i danni più gravi si manifestano a livello degli epiteli, specialmente a carico della cornea, che si ispessisce e può ulcerarsi fino a produrre cecità totale (xeroftalmia).  La vitamina A è diffusa in pochi prodotti di origine animale, soprattutto nel fegato (specie dei pesci), nel latte e nel burro. 

Ma in molti frutti e molti vegetali si trova un composto, il carotene che l’organismo è in grado di convertire in vitamina A .

Le fonti di carotene sono: i vegetali gialli, come la zucca, le carote, i meloni, le patate dolci, le albicocche, i pomodori; e alcuni a foglia verde, come gli spinaci e i broccoli ( dove la clorofilla è sempre associata ai caroteni).

Quantità eccessive di caroteni possono produrre ingiallimento della pelle, ma non  causare fenomeni tossici.

La vitamina E protegge le membrane cellulari con un meccanismo antiossidante. E’ una vitamina liposolubile presente nell’olio di semi, la margarina, i cereali, i vegetali a foglia verde, il rosso d’uovo e il fegato.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...