venerdì 28 settembre 2012

Filetto di sogliola gratinata (gli Omega 3 sono cibo per la mente)



In tavola (pranzo):

Filetto di sogliola gratinata (gli Omega 3 sono cibo per la mente)

Tempo di preparazione 10 minuti    tempo di cottura 15 minuti

Ingredienti:

filetto di sogliola (fresco o surgelato) 100 g

un cucchiaio di pangrattato

prezzemolo

un cucchiaio e un cucchiaino di olio d’oliva

limone

uno spicchio d’aglio

un pizzico di sale fino

pepe nero q.b.

Procedimento
Se usate il filetto di sogliola surgelato lasciatelo scongelare secondo le istruzioni indicate sulla confezione.

Tritate il prezzemolo, l’aglio e mescolateli al pangrattato con un pizzico di sale e di pepe nero. Fate scaldare il forno posizionandolo su 200°C.

Lavate e asciugate il filetto di sogliola. Versate un cucchiaio di olio in una teglia da forno e disponetevi il filetto.

Cospargetelo uniformemente con il miscuglio di aromi e pangrattato e bagnate con un cucchiaino d’olio. Passate in forno per un quarto d’ora e servite con spicchi di limone.

Alternativa: Un altro modo per cuocere in forno la sogliola e quello di impanarla in un mix fatto di un cucchiaio di farina bianca, un cucchiaio di pangrattato e sale.   
Adagiate la sogliola in una pirofila unta con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e coprire la loro superficie con un cucchiaino di olio.

Calcolo delle calorie (primo metodo):

filetto di sogliola (fresco o surgelato) 100 g    83 kcal

un cucchiaio di pangrattato  (10 g )   37,8 kcal

un cucchiaio e un cucchiaino di olio d’oliva  153 kcal

Totale delle calorie:  273,8 kcal

Calorie (metodo alternativo):

filetto di sogliola (fresco o surgelato) 100 g    83 kcal

un cucchiaio di pangrattato  (10 g )   37,8 kcal

un cucchiaio di farina (10 g )  34,5 kcal

un cucchiaio e un cucchiaino di olio d’oliva  153 kcal

Totale delle calorie: 308,3

Sapere: Tutti noi trattiamo i nostri reumatismi, un mal di gola, o la stipsi, in compenso non pensiamo mai al nostro cervello, spesso lo trascuriamo.  Eppure il cervello è il padrone del nostro corpo!!

Il cervello funziona producendo impulsi nervosi ( corrente elettrica) che passano da una cellula nervosa (neurone) all’altra. Questa corrente elettrica circola attraverso lo spostamento di atomi di Sodio e Potassio.

Dunque il cervello per funzionare correttamente si serve dei nutrienti che gli forniamo tramite la nostra alimentazione.  Abbiamo sempre in abbondanza questi ioni nel nostro corpo?

Inoltre occorre sapere che il nostro cervello produce e rilascia sostanze chimiche (chiamate neurotrasmettitori), come la serotonina, la dopamina, ecc. 

Queste sostanze sono prodotte a partire dalle proteine apportate dall’alimentazione. Lo stesso vale per i minerali: sodio, potassio, magnesio, calcio e fosforo.

Un deficit di Potassio è spesso associato ad umore triste o instabile e ad una sensazione di malessere.

Nei depressi, la concentrazione di Potassio all’interno delle cellule è più debole che nelle persone allegre; inoltre si sono trovati valori bassi di potassio nel cervello del suicida. ( Fonti : La sindrome XXL del Dott. Max ROMBI       http://www.alpen.mc/catalog/product_info.php?products_id=42 )

Quando invece c’è un deficit dei principali mediatori del buonumore, come serotonina, noradrenalina e dopamina, prevarranno tristezza e pessimismo.

Il cervello utilizza per la sua attività energetica 1/3 delle calorie che consumiamo nella giornata e ha bisogno di 140 g di glucosio al giorno!!

Per il suo buon funzionamento gli occorrono anche acidi grassi, soprattutto gli Omega 3.

La pasta è un eccellente prodotto alimentare per il cervello, ma anche le verdure, le proteine (carni,pesce e uova), i grassi, soprattutto Omega 3 (per esempio olio di esce che può essere preso in capsule ).

Gli Omega 3 sono acidi grassi conosciuti per i loro effetti benefici su cuore e vasi sanguigni. Rendono le nostre membrane cellulari più fluide, e più le nostre membrane sono fluide più saranno facilitati gli scambi cellulari ( assimiliamo meglio le sostanze nutrienti ed eliminiamo meglio i rifiuti).

Gli Omega 3 diminuiscono anche i rischi di depressione nervosa, favorendo la circolazione degli impulsi nervosi.

La quantità di Omega 3 in 100 g di prodotto è la seguente:
salmone: 1,8 g
acciuga sott’olio: 1,7 g
sardina: 1,4 g
pesci piatti (platessa, sogliola) 0,4 g
gamberetti : 0,3 g



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...